area urp
posta certificata
HOMEPAGE UFFICIO PER LE POLITICHE GIOVANILI

Il sottosegretario Bobba a Bruxelles per il programma della Presidenza italiana nel settore della gioventù


Il sottosegretario di Stato con delega alle politiche giovanili, On. Luigi Bobba ha presentato a Bruxelles il programma della Presidenza italiana nel settore della gioventù.

La presentazione alla Commissione "Cultura e Istruzione" presieduta dall'On.le Silvia Costa, si è svolta il 3 settembre 2014 presso la sede del Parlamento europeo, in presenza del  Capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale Cons. Calogero Mauceri.

Nell'ambito dello "Youth Empowerment", priorità generale del Trio di Presidenza (Italia, Lettonia e Lussemburgo) e del Piano di lavoro per la gioventù dell'Unione europea (2014-2015) la Presidenza italiana ha scelto di approfondire la tematica della promozione dell'accesso dei giovani ai diritti, al fine di promuovere la loro autonomia e partecipazione sociale.

Questo è, infatti, il tema che verrà trattato, insieme allo Youth Empowerment per la partecipazione politica dei giovani, nella Conferenza europea della gioventù che si terrà a Roma dal 13 al 15 ottobre 2014, alla quale seguirà la riunione dei Direttori generali della gioventù dei Paesi UE (15-16 ottobre 2014) durante la quale verranno approfondite le tematiche "Salute e benessere dei giovani" e "Servizio civile nazionale ed europeo".

A conclusione della Conferenza i partecipanti (Direttori e delegati governativi del settore gioventù, delegati della Commissione europea e del Consiglio UE e rappresentanze giovanili) adotteranno un documento congiunto sull'accesso ai diritti dei giovani e le linee guida per un'ampia consultazione dei giovani europei sulla partecipazione politica.

Il documento congiunto sull'accesso ai diritti dei giovani andrà ad alimentare i contenuti della proposta di Conclusioni che la Presidenza italiana presenterà all'approvazione dei Ministri della gioventù nel Consiglio "Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport) del 12 dicembre 2014.

Le Conclusioni saranno finalizzate pertanto a favorire l'accesso dei giovani ai diritti  per promuovere la loro autonomia e la partecipazione alla vita sociale attraverso proposte per:

  • lo sviluppo nei giovani delle capacità e delle conoscenze necessarie per esercitare i propri diritti, anche attraverso la creazione di maggiori occasioni di apprendimento non formale e informale ed idonee opportunità informative;
  • la valorizzazione dell'animazione socio-educativa come ambito protetto nel quale i giovani possono sperimentarsi e sviluppare competenze trasversali;
  • la promozione di un approccio integrato alla gioventù reso possibile dallo sviluppo di politiche intersettoriali;
  • lo sviluppo di strategie e politiche per l'autonomia, agendo sull'accesso al lavoro, il credito, l'alloggio e la salute e il benessere dei giovani;
  • il riconoscimento della "Garanzia Giovani"e di "Erasmus+" quale importanti strumenti a supporto dell'autonomia dei giovani;

Il Sottosegretario ha concluso la propria presentazione ricordando gli altri eventi principali della Presidenza italiana nel settore della gioventù, quali:

  • la Conferenza di approfondimento sul volontariato e sul servizio civile europeo (Milano, 30-31 ottobre 2014)
  • L'iniziativa "Gioventù italiana: una garanzia per l'Europa" (Roma, 5-6 novembre 2014)
  • Il Convegno "Lo Youth work: uno strumento di educazione non formale ed informale per la partecipazione dei giovani a rischio di esclusione" (Roma, 10 dicembre 2014). 

Alla presentazione delle priorità è seguito un dibattito con i Parlamentari europei nel quale si è discusso, tra l'altro, di "Garanzia Giovani" e di Servizio Civile Europeo. Interesse e vivo apprezzamento per il programma della Presidenza italiana nel settore della gioventù sono stati manifestati dalla Presidente On.le Silvia Costa e dai componenti la Commissione.

 "Sono molto soddisfatto" ha dichiarato il sottosegretario On.le Bobba "dell'andamento dei lavori e degli incontri con i rappresentanti della Commissione. Ho registrato forte sintonia delle proposte della presidenza Italiana con gli orientamenti della Unione Europea sui temi trattati"

Comunicato stampa 4 settembre 2014